Antonio Bazzini

Quartetto n. 2 in re minore op. 75

Ottocento
Antonio Bazzini (Brescia, 1818 – Milano, 1897)

Straordinario virtuoso del violino, Antonio Bazzini (Brescia, 11 marzo 1818 – Milano, 10 febbraio 1897) ebbe in gioventù l’incoraggiamento di Nicolò Paganini e gli elogi di Felix Mendelssohn Bartholdy. A proposito della sua arte Robert Schumann così scrisse: «Da anni nessun virtuoso mi ha dato una gioia così intima e momenti così piacevoli e felici, come Antonio Bazzini. Mi pare ch’egli sia conosciuto troppo poco, e anche qui non sia stato degnamente apprezzato nel grado ch’egli merita». Già allievo di Faustino Camisani, si perfezionò a Lipsia. Diede innumerevoli concerti in Germania, Danimarca, Polonia, Spagna e Francia. A partire dagli anni ’60 si dedicò completamente alla composizione. Dal 1873 insegnò al Conservatorio di Milano (di cui ricoprirà anche la carica di direttore) annoverando tra i suoi allievi Puccini e Catalani. Si cimentò anche nel teatro musicale con un unico lavoro, Turanda, sullo stesso soggetto successivamente trattato da Busoni e Puccini.

Per una biografia online del compositore si rimanda al Dizionario biografico degli italiani.

Il Quartetto per archi n. 2 in re minore op. 75 risale al 1875 e reca una dedica alla storica Società del Quartetto di Firenze, istituzione con cui Bazzini era in contatto sin dalla sua fondazione. Articolata nei classici quattro movimenti, la composizione si apre con un Allegro appassionato che a una prima idea severa e stentorea, con prevalenza di unisoni, fa seguire un disegno più aggraziato introdotto dalle note in pizzicato del violoncello. Segue un Andante con moto di carattere malinconico, mentre in luogo del tradizionale Scherzo si trova una suggestiva Gavotta (Allegretto) che all’epoca ebbe una certa notorietà, tanto che fu anche trascritta per pianoforte solo. L’ultimo tempo è un Quasi presto non privo di tratti virtuosistici. La partitura fu stampata a Lipsia dall’editore F.E.C. Leuckart.

Partitura: IMSLP

Scheda a cura di Marco Bizzarini
Segnalazione di Mariella Sala

Ascolto - YouTube

Galleria fotografica