Giovanni Battista Fontana (Brescia, c. 1589 - Padova, 1630)

Giovanni Battista Fontana (detto dal Violino) nacque a Brescia nel 1589 come si desume da una polizza d’estimo del 1627. Talento violinistico, esordì in giovane età presso la basilica di S. Maria delle Grazie, rimanendovi attivo fino il 1608. Già in quest’anno è attestata la sua presenza a Venezia, ove soggiornò per circa un decennio. L’organista bresciano Cesario Gussago dedicò a lui le sue Sonate a 4, 6 et 8 (Venezia 1608). Intorno al 1618 si stabilì a Padova fino alla morte avvenuta il 6 settembre 1630. Probabile maestro di Biagio Marini, lasciò ai monaci gerolamini della basilica di S. Maria delle Grazie di Brescia tutte le sue sostanze e i suoi scritti musicali che saranno riordinati e consegnati alle stampe da Giovanni Battista Reghino, all’epoca maestro di cappella alle Grazie. Fu, insieme con Biagio Marini, Dario Castello e Giovanni Battista Buonamente, tra i più autorevoli e originali esponenti della sonata seicentesca.

La raccolta edita con il titolo di Sonate a 1. 2. 3. per violino o cornetto, fagotto, chitarrone, violoncino o simile altro istromento  (Venezia 1641) costituisce l’intero e unico corpus delle opere di Fontana a noi pervenute. Venne stampata undici anni dopo la scomparsa dell’autore. Il frontespizio attesta la flessibilità dell’esecuzione strumentale: queste Sonate potevano infatti essere eseguite per violino o cornetto con accompagnamento di basso continuo affidato, indifferentemente, al fagotto, al chitarrone, al “violoncino” (precursore del nostro violoncello), oltre che agli strumenti da tasto. In ciascuna Sonata il flusso musicale è continuo, ma composto da brevi sezioni giustapposte, talvolta in tempo ternario, con frequenti diminuzioni e passaggi di agilità. L’assenza di note doppie rende questa musica eseguibile anche al cornetto.

La stampa seicentesca di Fontana è accessibile in rete sul sito Imslp. Nella sottostante galleria fotografica riproduciamo l’incipit della parte per violino (o cornetto) della Sonata seconda.

Scheda a cura di Marco Bizzarini

Ascolto - YouTube

Il virtuoso di cornetto Gustavo Gargiulo esegue la Sonata seconda di Fontana accompagnato dal clavicembalista Marco Vitale.

Di questo autore

Galleria fotografica