Ludovico Antonio Roncalli (Bergamo, 1654 - Bergamo, 1713)

Ludovico Roncalli è stato un compositore e liutista dell’era barocca. Nato a Bergamo nel 1654, non si conosce molto riguardo la sua educazione musicale e la sua vita di compositore. La famiglia Roncalli possiede ancora un suo ritratto in abito clericale recante sul retro una dicitura in latino che riporta come Ludovico, laureato in diritto civile e sacerdote, fu illustre donatore della sua erudizione per la promozione degli
esercizi spirituali e che morì l’anno 1713 all’età di 59 anni. Un’altra nota in minuscolo sul dipinto recita “Ritratto quando era in età d’anni 32”. Mentre la sua biografia rimane in gran parte misteriosa, la sua eredità musicale sopravvive attraverso le sue composizioni, che continuano ad essere studiate, eseguite e
ammirate da musicisti e appassionati interessati al repertorio della chitarra barocca. Molto nota nel repertorio chitarristico è la sua raccolta per liuto intitolata Capricci armonici sopra la chitarra spagnola del 1692, dedicata al noto mecenate della musica, il cardinale Benedetto Pamphilj pronipote di papa Innocenzo X. I Capricci sono composti da 12 suite, ciascuna divisa in brevi forme di danza come preludi,
allemande, courantes, sarabande e gighe. Lo stile di Roncalli si esprime in quest’opera con eleganti melodie, abili ornamenti e complessità armonica. La musica è altamente espressiva, con un’enfasi sul fraseggio e sulle sfumature e anche una certa complessità virtuosistica, come è tipico delle forme di Capriccio. Il virtuoso dello strumento deve districarsi attraverso diteggiature impegnative, passaggi veloci e ornamenti intricati.

L’ultimo movimento della nona suite di Ludovico Antonio Roncalli è una Passacaglia che venne pure orchestrata da Ottorino Respighi e inclusa nella sua Suite di arie e danze antiche n. 3.

Scheda a cura di Mirko Zambelli

Ascolto - YouTube

Si propone l’ascolto della Passacaglia di Roncalli in una storica incisione del leggendario chitarrista Andrés Segovia, il quale, fra l’altro, tenne a Bergamo un memorabile concerto nel 1926.

Di questo autore

Galleria fotografica